allergologia-milano-jenner-73

Presso il Polimbulatorio Jenner 73 di Milano è possibile effettuare visite allergologiche e test diagnostici per verificare la presenza di eventuali allergie e/o intolleranze e valutare la terapia più idonea per il paziente.

Si eseguono prick test per allergeni alimentari e/o ambientali, con eventuale avvio di immunoterapia specifica per inalanti e prescrizione di adeguata terapia per reazioni ad alimenti.
È possibile effettuare l’inquadramento nei confronti di reazioni alla puntura di imenotteri e la prescrizione di eventuali esami di approfondimento (non si eseguono test cutanei per imenotteri).
È possibile, inoltre,  inquadrare sospette reazioni a farmaci e valutare il percorso diagnostico appropriato (non si eseguono test di provocazione orale con farmaci).

A partire dall’autunno si eseguono patch test per indagare sospette dermatiti da contatto (tali test non si eseguono nella stagione calda).

Visita allergologica

La visita allergologica permette di indagare l’origine di alcuni disturbi che possono essere respiratori (rinite, asma), oculari (congiuntivite), cutanei (orticaria, dermatite) o gastrointestinali, e valutare la possibile correlazione con allergeni ambientali (pollini, animali domestici oppure muffe o acari della polvere) oppure alimentari o la correlazione con assunzione di farmaci. Inoltre è possibile effettuare indagini in merito a reazioni avvenute dopo la puntura di imenotteri (api, vespe, calabroni).

Il colloquio con lo specialista rappresenta una parte fondamentale dell’esame poiché vengono poste domande specifiche che permettono di inquadrare la sintomatologia e di interpretare l’esito di eventuali test (prick test, patch test, prelievo venoso per RAST o ricombinanti).

Prick test

I prick test, che generalmente si eseguono durante la stessa seduta di visita, consistono nell’applicazione sulla cute dell’avambraccio di alcuni estratti derivati dai principali allergeni alimentari e/o ambientali. Dopo alcuni minuti è possibile verificare la presenza di sensibilizzazioni.

Patch test

I patch test invece prevedono l’applicazione di un cerotto sulla cute tra le scapole, sul quale sono presenti circa 40 sostanze che possono provocare dermatiti da contatto (nichel, coloranti, profumi…); il cerotto deve rimanere almeno 48 ore sulla cute e il risultato del test si raggiunge quindi dopo alcuni giorni dall’applicazione.

Esami del sangue

Il prelievo venoso serve per ottenere informazioni più approfondite su reazioni verso alimenti e poter definire il profilo di rischio con l’assunzione dell’alimento verso cui si conducono le indagini, oppure, nel caso di allergia respiratoria, permette di guidare la scelta verso l’avvio di una immunoterapia specifica (vaccino).

PRENOTA SUBITO UNA VISITA!

Contattaci per avere maggiori informazioni o richiedere il tuo appuntamento rapidamente compilando il modulo sottostante.
Ti ricontatteremo entro 24 ore via e-mail per confermare la disponibilità.


Oppure telefona allo

Medici e professionisti